Un notebook per ogni studente, nuove sfide richiedono nuovi strumenti

Annuario Scolastico di Loop
February 17, 2017
Show all

Un notebook per ogni studente, nuove sfide richiedono nuovi strumenti

Nell’arco di pochi anni le scuole aderenti al progetto One to One hanno dotato i propri studenti un notebook personale, da tenere nello zaino e da portare a scuola come un qualunque libro di testo, di cui arricchisce, ed in molti casi sostituisce, la funzione. Scopriamo con poche e semplici domande il progetto One to One.

Che cos’è il progetto One to One ?

Il Progetto One to One è una proposta “chiavi in mano” per l’introduzione, l’assegnazione e la gestione di device dedicati agli studenti. One to One nasce nel 2012, quando Develoop elabora, per alcuni istituti suoi clienti, un piano integrato per la digitalizzazione scolastica. Oggi One to One è un progetto didattico strutturato ad alto contenuto tecnologico per tutte le scuole che intendono introdurre nuovi approcci alla didattica tradizionale. L’obiettivo di One to One è quello di dotare ciascun allievo di un proprio device personale completo di tutti gli strumenti software utili ad affrontare ed approfondire il proprio percorso didattico. One to One consente a docenti e studenti di interagire su un nuovo piano sfruttando i più moderni sistemi di accesso alla conoscenza.

Perché un notebook per ogni studente ?

Quando ogni studente della classe è dotato del suo PC personale ogni aula può diventare un laboratorio immediatamente disponibile e fruibile da tutti i docenti e da tutti gli studenti. L’insegnante può svolgere la sua lezione chiedendo agli studenti di accendere il PC anziché aprire il libro. Il tutto senza muoversi dalla classe, evitando così i tempi vuoti di spostamento verso il laboratorio di informatica.

Come il progetto One to One arricchisce la didattica ?

Questa possibilità offre grandi opportunità di arricchimento della tradizionale lezione. La rete contiene infatti una infinità di siti dedicati, sia all’insegnamento scientifico, che alle attività laboratori ali, che agli approfondimenti storici, linguistici, letterari e a tutto quanto può costituire interesse per lo sviluppo della attività didattica. Il progetto One to One, in una scuola in rete, è quindi una opportunità che arricchisce la lezione, che stimola l’insegnante, senza stravolgerne il lavoro.

Perché un notebook nuovo per ogni studente? Ognuno non potrebbe portare il suo da casa?

Questo è un aspetto fondamentale del progetto One to One: l’innovazione come metodo di apprendimento. Il nuovo notebook diventerà un libro di testo, un quaderno degli esercizi, un blocco da disegno, uno spartito.. In moltissimi modi sarà lo strumento attraverso cui lo studente formerà il suo metodo di apprendimento. L’uso di uno strumento personale che viene “affidato” personalmente allo studente aiuta a formare “studenti strategici”, ovvero studenti capaci di padroneggiare i propri ritmi di apprendimento, consapevoli dei propri stili cognitivi e in grado di analizzare le cause del successo e dell’insuccesso.
Se nell’insegnamento in classe è impossibile riuscire ad adattarsi ai profili cognitivi di ciascuno studente, bisogna che siano gli studenti ad attrezzarsi e a imparare a utilizzare le loro caratteristiche cognitive, e non soltanto cognitive, nel modo più appropriato. Alla scuola spetta il compito di agevolare questo processo. Quale modo migliore di dotare ognuno di uno strumento uguale -per questo è importante l’uniformità dei mezzi- ma personalizzato per ciascuno.

Il progetto One to One viene accolto bene dalle famiglie?

In tutte le nostre esperienze il progetto One to One viene accolto molto bene dalle famiglie. Per le famiglie l’impegno economico aggiuntivo per l’acquisto del Notebook è compensato in parte dalla riduzione della spesa per i libri di testo. Infatti alcuni testi o parti di testo sono caricati come appunti del Docente direttamente nel Notebook, i dizionari sono già in rete, ecc. Si apre una nuova frontiera per la didattica, e si favorisce l’avvio di uno studio basato sulla ricerca e sulla sperimentazione: è la scuola del futuro.

E il corpo docente come si comporta ?

Nelle scuole dove viene proposto il progetto One to One il corpo docente si è adattato in maniera formidabile alle nuove metodologie di apprendimento. Per gli insegnanti è un’opportunità in più per arricchire la lezione ed uno stimolo alla continua ricerca di nuovi contenuti e nuovi sviluppi. In molti casi sono state sperimentate nuove modalità con cui svolgere la lezione, più interattive e multimediali. Anche lo svolgimento dei compiti e del lavoro a casa ha subito cambiamenti in meglio, superando una serie di vincoli materiali imposti dalla carta.

 

Dovendo fare un bilancio dopo cinque anni di progetto One to One possiamo dire che le scuole aderenti sono diventate veri e propri ambienti di apprendimento digitale. Docenti e studenti girano per la scuola con un notebook, gruppi di studenti si trovano per studiare sul pc e piano piano la carta sparisce per lasciare il posto alla didattica digitale.